L’evoluzione tecnica e normativa ha determinato una crescita esponenziale del mercato dei Tethered UAS.  Ad oggi tra le applicazioni più frequenti del drone vincolato ci sono la sorveglianza, la ricerca e soccorso, il pattugliamento dei confini, la creazione di ponti radio di emergenza, il live streaming di eventi.

Cos’è il drone vincolato?

È un aeromobile senza equipaggio (UAS) fisicamente agganciato al suolo. Da qui l’aggettivo “vincolato”, il quale però può risultare fuorviante, in quanto il drone non è tecnicamente limitato nelle sue funzioni, ma semplicemente collegato ad una stazione di terra.

Questa configurazione consente una serie di vantaggi operativi, superando le principali limitazioni dei “colleghi” non vincolati:

  • Autonomia di volo: in media l’autonomia dei droni multirotore si aggira sui 30 minuti, costituendo un ostacolo al loro impiego per applicazioni continuative, anche di molte ore. Il compromesso di interrompere, anche per poco, il volo per sostituire le batterie non è accettabile in diversi ambiti.
  • Sicurezza: la prevedibilità del comportamento dell’aeromobile è un grande beneficio in scenari dinamici come manifestazioni, concerti, monitoraggio della folla o emergenze naturali. I droni tethered prevengono a priori il rischio derivante dalla perdita di controllo di un drone.
  • Facilità di utilizzo: la staticità dei droni vincolati consente agli operatori di non disperdere attenzione e risorse nel pilotaggio e di concentrarsi solo sulle attività di reale interesse.
  • Normativa: questa tipologia di drone ha una serie di vantaggi in base alla nuova regolamentazione in termini di requisiti tecnici, merceologici, autorizzativi e formativi.
  • Area delle operazioni definita: l’utilizzo del cavo determina intrinsecamente delle precise limitazioni al volume delle operazioni dell’UAS. Questo aspetto rende necessari minori requisiti di addestramento e di dotazione strumentale (in alcuni casi non è richiesta la navigazione GPS/GNSS).
  • Perdita di connessione: i droni in alcuni casi rischiano di perdere la connessione dati con la Ground Control Station, determinando l’interruzione delle operazioni. Al contrario, il cavo di alimentazione e trasferimento dati previene in partenza tale rischio, particolarmente sentiti quando è necessario comunicare e/o ricevere dati molto delicati, come ad esempio nella Ricerca e Soccorso in mare aperto.

L’utilizzo del drone vincolato

La sicurezza è fondamentale nelle operazioni di volo, specialmente quando queste avvengono in aree pubbliche.

I droni tethered hanno la capacità intrinseca di garantire grande affidabilità rispetto alle alternative presenti sul mercato. Vediamo ora una panoramica degli ambiti di applicazione dei droni tethered.

SARA - Drone vincolato

SARA: l’UAS per la ricerca e soccorso in mare

Ricerca e soccorso

In situazioni di emergenza, come nella ricerca e soccorso di persone disperse – anche in mare – i droni tethered sono una risorsa fondamentale per gli operatori. Consentono, infatti, una vista diretta di aree inaccessibili o in condizioni meteo avverse. Oltre a questa funzione di punto di vista dall’alto, essi forniscono anche un supporto tattico che aiuta l’efficiente coordinamento delle attività di risposta all’emergenza.

Safety pubblica e privata

Grazie ai vantaggi logistici che abbiamo presentato, questo tipo di UAS trova largo impiego nel garantire la sicurezza in ambito pubblico e privato, agevolando significativamente il lavoro degli operatori del settore. Il punto di vista dall’alto che fornisce costantemente le informazioni necessarie per ottimizzare i propri interventi, basti pensare a: sorveglianza, pattugliamento del perimetro o crowd management (gestione della folla).

Riprese aeree e giornalistiche

Molte soluzioni tethered sono dedicate al settore dei media. Con la configurazione adatta è possibile raggiungere aree prima inaccessibili, riprendere e trasmettere per ore immagini e video in altissima definizione di grandi eventi, preservando la sicurezza dei presenti.

Ponte radio d’emergenza

Essendo facilmente dispiegabili, i droni tethered possono essere di supporto per garantire connettività ad aree colpite da calamità. L’UAS tethered in volo assicura la diffusione di segnali cellulari, radio ad alta frequenza, Wi-Fi e segnali GPRS (3G, 4G).

 

fonte

Contattaci