Il consorzio ICARUS è lieto di annunciare l’avvio della campagna di validazione dei tre microservizi U-space sviluppati nel progetto:

  • VCS (Vertical Conversion Service): fornisce la traduzione automatica dell’altezza barometrica in altitudine (ovvero la conversione di sistemi di riferimento barometrici in geodetici o viceversa).
  • VALS (Vertical Alert Service): utilizzando il sistema di riferimento geodetico, avvisi i droni e l’aviazione manned sulla distanza verticale da ostacoli o altri velivoli.
  • RGIS (Real-Time Geographical Information Service): fornisce il DTM/DSM, ovvero il modello 3D degli ostacoli a terra durante l’esecuzione del volo, per ottenere informazioni in tempo reale sulla distanza verticale dagli ostacoli.

Questo articolo verrà aggiornato con foto, video e i primissimi risultati delle attività di validazione.

I tre scenari di validazione

La campagna si compone di tre scenari di validazione, definiti come rappresentativi delle situazioni in cui è necessario il servizio Common Altitude Reference (CAR).

Queste attività saranno supportate dall’utilizzo di un simulatore di volo C-172 disponibile presso la nostra sede. Il simulatore sarà interfacciato con l’USSP D-flight, che sta testando possibili servizi da fornire agli utenti dell’Aviazione Generale.

Scenario 1: un approccio misto per testare VCS e VALS

Questo scenario combina il volo reale di un UAS e un velivolo con equipaggio simulato per testare il VCS e il VALS durante le attività di volo simultanee.

L’aereo simulato con due persone a bordo ha una missione di volo di 30 minuti in partenza dall’aeroporto “Rains Club” al mattino, sorvolando la valle circostante per una sessione di addestramento.

L’UAS è in volo per delle riprese aeree e decolla dalla cima di una collina, a circa 10 chilometri dall’aeroporto. L’UAS ha capacità di tracciamento della posizione U-space.

Il servizio VALS avviserà i piloti della presenza di traffico UAS vicino al volo, utilizzando lo stesso sistema di riferimento utilizzato dal velivolo (QNH locale).

Scenario 2: il VALS nelle operazioni di volo reali

Questo scenario implementa operazioni reali con un velivolo ultraleggero e un UAS.

La missione è progettata per fornire al pilota UAS avvisi sul traffico in arrivo nelle vicinanze, durante il volo, utilizzando i servizi a valore aggiunto offerti da ICARUS, in particolare il servizio di alerting (VALS).

Scenario 3: simulazione del sistema ICARUS nella mobilità aerea urbana

Questo scenario è focalizzato sulla mobilità aerea urbana e consiste in un volo simulato che trasporta passeggeri dall’aeroporto al centro città in un ambiente misto urbano e non urbano.

La simulazione mostrerà come il pilota remoto di un taxi-drone possa gestire in sicurezza il velivolo grazie all’informazioni sugli ostacoli al suolo fornite dal servizio DSM / DTM e un sistema che segnala sia gli ostacoli che altro traffico aereo con e senza equipaggio (VALS).

La missione mostra anche come un aereo si relaziona con l’altezza e l’altitudine quando entra in un GAMZ (Geodedic Altitude Mandatory Zone).

aggiornamenti live

Mercoledì, 6 Aprile – 12:03

Il team procede con i test di  collaudo dei componenti  (dintorni di Caserta)

Martedì, 5 Aprile – 17:30

Primi test sul campo del sistema ICARUS

Martedì, 5 Aprile – 15:30

Gianluca e Mariano configurano l’UAS

Martedì, 5 Aprile – 15:00

Alberto, Adam e Pawel si sono messi subito al lavoro

Martedì, 5 Aprile – 11:50

Il nostro ufficio è pronto per accogliere il team di ICARUS